Ebook reader - La Bibbia

Genesi

Capitolo 25

    1Abramo prese un'altra moglie: essa aveva nome Chetura. 2Essa gli partorý Zimran, Ioksan, Medan, Madian, Isbak e Suach. 3Ioksan gener˛ Saba e Dedan e i figli di Dedan furono gli Asurim, i Letusim e i Leummim. 4I figli di Madian furono Efa, Efer, Enoch, Abida ed Eldaa. Tutti questi sono i figli di Chetura.

(Genesi 25, 1-4)

    5Abramo diede tutti i suoi beni a Isacco. 6Quanto invece ai figli delle concubine, che Abramo aveva avute, diede loro doni e, mentre era ancora in vita, li licenzi˛, mandandoli lontano da Isacco suo figlio, verso il levante, nella regione orientale.

(Genesi 25, 5-6)

    7La durata della vita di Abramo fu di centosettantacinque anni. 8Poi Abramo spir˛ e morý in felice canizie, vecchio e sazio di giorni, e si riuný ai suoi antenati. 9Lo seppellirono i suoi figli, Isacco e Ismaele, nella caverna di Macpela, nel campo di Efron, figlio di Zocar, l'Hittita, di fronte a Mamre. 10╚ appunto il campo che Abramo aveva comperato dagli Hittiti: ivi furono sepolti Abramo e sua moglie Sara. 11Dopo la morte di Abramo, Dio benedisse il figlio di lui Isacco e Isacco abit˛ presso il pozzo di Lacai-Roi.

(Genesi 25, 7-11)

    12Questa Ŕ la discendenza di Ismaele, figlio di Abramo, che gli aveva partorito Agar l'Egiziana, schiava di Sara.

(Genesi 25, 12)

    13Questi sono i nomi dei figli d'Ismaele, con il loro elenco in ordine di generazione: il primogenito di Ismaele Ŕ Nebai˛t, poi Kedar, AdbeŔl, Mibsam, 14Misma, Duma, Massa, 15Adad, Tema, Ietur, Nafis e Kedma. 16Questi sono gli Ismaeliti e questi sono i loro nomi secondo i loro recinti e accampamenti. Sono i dodici principi delle rispettive trib¨. 17La durata della vita di Ismaele fu di centotrentasette anni; poi morý e si riuný ai suoi antenati. 18Egli abit˛ da Avýla fino a Sur, che Ŕ lungo il confine dell'Egitto in direzione di Assur; egli si era stabilito di fronte a tutti i suoi fratelli.

(Genesi 25, 13-18)

    19Questa Ŕ la discendenza di Isacco, figlio di Abramo. Abramo aveva generato Isacco. 20Isacco aveva quarant'anni quando si prese in moglie Rebecca, figlia di BetuŔl l'Arameo, da Paddan-Aram, e sorella di LÓbano l'Arameo. 21Isacco supplic˛ il Signore per sua moglie, perchÚ essa era sterile e il Signore lo esaudý, cosý che sua moglie Rebecca divenne incinta. 22Ora i figli si urtavano nel suo seno ed essa esclam˛: "Se Ŕ cosý, perchÚ questo?". And˛ a consultare il Signore. 23Il Signore le rispose:

    "Due nazioni sono nel tuo seno

    e due popoli dal tuo grembo si disperderanno;

    un popolo sarÓ pi¨ forte dell'altro

    e il maggiore servirÓ il pi¨ piccolo".

(Genesi 25, 19-23)

    24Quando poi si compý per lei il tempo di partorire, ecco due gemelli erano nel suo grembo. 25Uscý il primo, rossiccio e tutto come un mantello di pelo, e fu chiamato Esa¨. 26Subito dopo, uscý il fratello e teneva in mano il calcagno di Esa¨; fu chiamato Giacobbe. Isacco aveva sessant'anni quando essi nacquero.

(Genesi 25, 24-26)

    27I fanciulli crebbero ed Esa¨ divenne abile nella caccia, un uomo della steppa, mentre Giacobbe era un uomo tranquillo, che dimorava sotto le tende. 28Isacco prediligeva Esa¨, perchÚ la cacciagione era di suo gusto, mentre Rebecca prediligeva Giacobbe.

(Genesi 25, 27-28)

    29Una volta Giacobbe aveva cotto una minestra di lenticchie; Esa¨ arriv˛ dalla campagna ed era sfinito. 30Disse a Giacobbe: "Lasciami mangiare un po' di questa minestra rossa, perchÚ io sono sfinito" - Per questo fu chiamato Edom -. 31Giacobbe disse: "Vendimi subito la tua primogenitura". 32Rispose Esa¨: "Ecco sto morendo: a che mi serve allora la primogenitura?". 33Giacobbe allora disse: "Giuramelo subito". Quegli lo giur˛ e vendette la primogenitura a Giacobbe. 34Giacobbe diede ad Esa¨ il pane e la minestra di lenticchie; questi mangi˛ e bevve, poi si alz˛ e se ne and˛. A tal punto Esa¨ aveva disprezzato la primogenitura.

(Genesi 25, 29-34)
Powered by Ebook-reader