Ebook reader - La Bibbia

Micea

Capitolo 2

    1Guai a coloro che meditano l'iniquità

    e tramano il male sui loro giacigli;

    alla luce dell'alba lo compiono,

    perché in mano loro è il potere.

(Micea 2, 1)

    2Sono avidi di campi e li usurpano,

    di case, e se le prendono.

    Così opprimono l'uomo e la sua casa,

    il proprietario e la sua eredità.

(Micea 2, 2)

    3Perciò così dice il Signore:

    "Ecco, io medito contro questa genìa

    una sciagura da cui non potran sottrarre il collo

    e non andranno più a testa alta,

    perché sarà quello tempo di calamità.

(Micea 2, 3)

    4In quel tempo

    si comporrà su di voi un proverbio

    e si canterà una lamentazione: "È finita!",

    e si dirà: "Siamo del tutto rovinati!

    Ad altri egli passa l'eredità del mio popolo;

    - Ah, come mi è stata sottratta! -

    al nemico egli spartisce i nostri campi".

(Micea 2, 4)

    5Perciò non ci sarà nessuno

    che tiri la corda per te,

    per il sorteggio nell'adunanza del Signore.

(Micea 2, 5)

    6"Non profetizzate!" - "Ma devono profetizzare".

    "Non profetizzate riguardo a queste cose!"

    - "Ma non si terrà lontano l'obbrobrio".

(Micea 2, 6)

    7È forse già cosa detta, o casa di Giacobbe?

    È forse stanca la pazienza del Signore,

    o questo è il suo modo di agire?

    Non sono forse benefiche le sue parole

    per chi cammina con rettitudine?

(Micea 2, 7)

    8Ma voi come nemici

    insorgete contro il mio popolo.

    Da chi è senza mantello

    esigete una veste,

    dai passanti tranquilli,

    un bottino di guerra.

(Micea 2, 8)

    9Cacciate le donne del mio popolo

    fuori dalla casa delle loro delizie,

    e togliete ai loro bambini il mio onore per sempre.

(Micea 2, 9)

    10Su, andatevene,

    perché questo non è più luogo di riposo.

    Per una inezia esigete un pegno insopportabile.

(Micea 2, 10)

    11Se uno che insegue il vento

    e spaccia menzogne dicesse:

    "Ti profetizzo in virtù del vino e di bevanda inebriante",

    questo sarebbe un profeta

    per questo popolo.

(Micea 2, 11)

    12Certo ti radunerò tutto, o Giacobbe,

    certo ti raccoglierò, resto di Israele.

    Li metterò insieme come pecore in un sicuro recinto,

    come una mandria in mezzo al pascolo,

    dove muggisca lontano dagli uomini.

(Micea 2, 12)

    13Chi ha aperto la breccia li precederà;

    forzeranno e varcheranno la porta

    e usciranno per essa;

    marcerà il loro re innanzi a loro

    e il Signore sarà alla loro testa.

(Micea 2, 13)
Powered by Ebook-reader